Sono cattivo?


No, seriamente, sono cattivo?

Questo post non è una PAULemica, non corrisponde alla definizione in nessuno dei suoi punti, ed è una domanda sincera.

Michela dice che il mio potere mutante è quello di trovare i difetti nelle cose, come il personaggio Marvel di nome Karnak (uno degli Inumani) e per fortuna di Karnak non ho anche il costumino verde ed il capoccione oblungo.


Manuela mi ricorda ogni tanto che farei meglio a tenere la bocca chiusa e lasciar correre... Ma c'è un piccolo Dott. House dentro di me che mi urla "fagli notare che immane fesseria sta dicendo".

Però nella serie TV House è un genio, io so di non esserlo, e non solo perché nella vita reale è difficile esserlo senza una squadra di sceneggiatori dietro che ti fa dire le cose giuste al momento giusto. ^_^;

Quindi, a volte, mi capita di far arrabbiare (quel tipo di arrabbiatura che si scrive con due zeta) la gente perché la pungo sul vivo per come si contraddicono, a parole o nei fatti, o per come dicono enormi cavolate (anche queste con due zeta)... e intanto, dentro di me, mi sembra di aver detto delle cose talmente ovvie e banali che chiunque avrebbe dovuto vederle arrivare.

Insomma, altro che Karnak, mi sento Captain Obvious.

7 commenti:

Patrijoska Pusciastova - Patty Comix ha detto...

Come ti capisco, Matt.
E come capisco Manuela, mi sembra di sentire mio marito XDDDD

In una coppia c'è sempre chi dice troppo, chi invece è più riservato e pacifico, mi pare di capire.

Io mi autodefinisco "cuspide" per dire che dentro di me ci sono due persone: la sagittario, conciliante, diplomatica, ottimista.
La scorpione, polemica, incazzosa (con due zeta), temperamento focoso, anzi direi furoreggiante.

Viene fuori solo nei momenti di grande, grande, grande stress emotivo, ma è un lato di me che devo accettare, reprimendolo fa danni a me stessa.

Ti consiglio di accettarti, così come sei, alla fine siamo comunque persone e abbiamo i nostri limiti.

E poi un po' di sano puntiglio, non fa male :DDDDDD

W il dottor House, con o senza sceMeggiatori XDDDDD

un abbraccio a te e a tutta la famiglia ManuelCognatoskosa :DDDD

Michela Da Sacco ha detto...

Trovi difetti in cose e persone ^^
E' che spesso va che noti prima le cose negative e poi quelle positive, così gli altri si mettono sulla difensiva.

C'è modo e modo di "far notare che immane fesseria sta dicendo".
Non ti dà fastidio quando nessuno capisce perché ti impunti? Quando ti danno contro vomitando cattiverie?
A me dà fastidio per te -__-
perché se siamo amici ci sarà un motivo, no? ^_-

Mattia Bulgarelli (K. Duval) ha detto...

@Patty: ricambio l'abbraccio. ^__^

@Miche: fastidio sì... Misto ad un sano scuotimento di capoccione pensando, come il Mago Sàndall, "pùvrin". :P
Il problema è che quando la fesseria è così evidente da essere madornale, è quasi un divertimento fare tap-tap sulla spalla ed indicare l'elefante dietro la spalla del povero scemo. :P

Michela Da Sacco ha detto...

-__-

Anonimo ha detto...

No, ma forse, a volte, un po' pedante sì, non credi?.
Tutti, prima o poi, chi più chi meno, diciamo enormi cavolate (di quelle che si scrivono con due zeta)e intendo proprio TUTTI.

Se sono persone a cui vuoi bene o delle quali desideri conservare l'amicizia o al cui giudizio dài valore, è proprio così importante sottolineare, ogni volta che succede, quale immonda scemenza hanno profferito le loro labbra (senza contare che corri il rischio che te ne restino pochine)?

E se sono persone con le quali non sei in amicizia o delle quali sostanzialmente non ti frega nulla, perchè darsi tanta pena, creando tensione, imbarazzo (occhi neri, membra offese ^_-), magari angustiando i tuoi amici?

Ma se senti che, non facendolo, vieni meno ai tuoi principi e senti di tradire il tuo ruolo di Censore Delle Umane Debolezze, allora và tranquillo per la tua strada e non farti angosciare dai dubbi poichè si tratta di una scelta ponderata e ben consapevole delle, eventuali, conseguenze.
Ite, missa est ;P

Tere

Mattia Bulgarelli (K. Duval) ha detto...

Ciao Teresa e grazie per il commento.

Forse avrei dovuto fare un distinguo.

La cavolata (con due Z) che VERAMENTE non riesco a far passare è quella detta in malafede.

Se uno dice una stupidata perché si sbaglia, certo di usare tatto e argomentare su basi logiche, senza usare i famosi "20 trucchetti per vincere le conversazioni".

Poi, quando uno si arrabbia "perché puntiglio" quando non riesce a smontare un mio ragionamento (pacato e sensato) che gli fa notare che s'è sbagliato di brutto... Il problema è suo o mio? Perché è questa la vera domanda del post. ?__?

Anonimo ha detto...

Ma prego! ^___^
Dunque... bè, in questo caso direi proprio che il problema sia tutto suo.

Esistono veramente i "20 trucchetti per vincere le conversazioni"?
Se sì, sono molto interessata. ^__-

Acc'... non mi ricordo più come usare la mia openID ^__^;

Tere